Six word stories

Una storia vera

Credevo di impazzire. Bastavano le dimissioni.

Antonio Mascolo

2 pensieri riguardo “Una storia vera”

    1. Ciao Paolo. Hai ragione, anche a me in qualità di lettore mi capita di sentirmi editor, ma poiché spesso gli scrittori dissentono dagli editor, ti dico cosa ne penso: il passato remoto contiene solo l’attimo della decisione e non ciò che l’ha preceduta in un tempo continuato. Invece l’imperfetto tiene conto anche del rammarico per tutto quel tempo perso a credere che non ci fosse alcuna soluzione, salvo scoprire, proprio nell’attimo della decisione, che bastava così poco.
      Mi fa piacere che tu abbia letto il mio racconto.

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...