nelle altre piscine

Tornando a casa dal collegio

Navin e Kamal siedono schiacciati insieme sulla porta del treno, i piedi penzoloni fuori e – mentre le lagune si snodano alle loro spalle; mentre gli ultimi raggi di sole colpiscono le fronde oscillanti; mentre un uomo scalzo, machete in mano, si arrampica su una palma da cocco; mentre, dalle case accanto ai binari, giunge la luce tremolante delle lampade a cherosene e l’odore di pesce fritto; mentre il vestibolo scricchiola dietro di loro ogni volta che un venditore si fa strada tra le carrozze – finalmente parlano della ragazza che entrambi hanno baciato, e della galanteria che adotteranno ora in avanti. Si stringono la mano come sanno loro. Per un attimo, il fratello più grande poggia la testa sulla spalla del più piccolo.

Abhilash Mudaliar

traduzione di Antonio Bosco

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...