3cento

Mani

Dalle mani si possono capire tante cose. Quelle di mia madre erano grandi e sottili, sempre mangiucchiate ai lati delle unghie. Mio padre aveva le dita callose e le unghie nere ma profumate di pasta al limone, se la spalmava prima di entrare in casa. Le mani di nonna erano magre e secche come vernice vecchia. Se le ungeva di olio di oliva e odoravano di lievito.

Ma quello è stato prima di morire. Le mani dei morti sono tutte uguali.

                                                                                                                           Francesca Manfredi

Un pensiero riguardo “Mani”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...